GOOGLE ADSENSE

Google AdSense è uno dei più conosciuti sistemi pubblicitari della rete. Il servizio è di proprietà di Google, la sua funzione essenziale è quella di fare in modo che il gestore di un sito web possa monetizzare il traffico ricevuto sulle proprie pagine, consentendo guadagni sulla base delle esposizioni di annunci testuali, banner e altre forme di advertising online. Per la modalità di pagamento pay per click, per le tariffe riconosciute ai proprietari dei siti web e per la sua semplicità di utilizzo, Google AdSense è oggi uno degli strumenti pubblicitari preferiti dai webmaster di tutto il mondo potendo contare, in aggiunta a quanto appena ricordato, su infinite possibilità di personalizzazione degli annunci sulla base del layout e delle caratteristiche del proprio sito. Google Adsense inoltre ha un sistema di monitoraggio costante, molto affidabile e puntuale. Il funzionamento di AdSense è davvero molto semplice alla portata di tutti. Una volta effettuata l’iscrizione (completamente gratuita), sarà possibile stabilire le principali caratteristiche di fruizione del servizio, ed una volta ottenuto il codice ( formato javascript ) da incorporare nelle pagine web scegliere la posizione ed i formati grafici dove procedere con la pubblicazione degli annunci. Grazie alla presenza di una vasta gamma di inserzionisti, e all’applicazione di un meccanismo che tende a privilegiare coloro che prevedono pagamenti maggiori per i propri spazi pubblicitari, AdSense sarà in grado di riservare al cliente utilizzatore una remunerazione molto competitiva in relazione a quella proposta da altre società del settore. Una funzione molto utile per mantenere l’omogeneità del proprio sito è inoltre l’efficiente opzione di targeting. Grazie a tale funzione, AdSense farà apparire sulla pagina del proprio cliente solo ed unicamente annunci correlati ai contenuti del sito, evitando pertanto delle differenze tra la tematica trattata nelle pagine del sito ed il contenuto degli annunci che appariranno. Gli inserzionisti potranno inoltre approfondire le possibilità di targeting arrivando a scegliere il sito destinatario sulla base dei dati demografici, geografici e tanto altro ancora, giungendo in tal modo a definire un sistema di advertising settoriale molto incisivo ed efficace. Google Adsense può essere adottata anche per pagine web destinate ai cellulari, per il domain parking, per i giochi online, e non solo, permettendo così al webmaster di poter gestire con un unico account il proprio eterogeneo network. Molto chiara e completa è anche la sezione dei rapporti dettagliati sul rendimento del proprio sito, che permetteranno al gestore delle pagine di poter individuare le principali opportunità di incremento dei guadagni. I puntuali rilievi sulla redditività delle pagine permetteranno così di poter individuare le entrate per giorno, intervallo di date, singola pagina, dominio o unità pubblicitaria, e discriminare i ricavi per fonte di guadagno. I rapporti di AdSense sono inoltre utilizzabili in sinergia con quelli di Analytics, altro prodotto Google, al fine di completare la profondità delle osservazioni effettuabili sulle proprie pagine. Ma da dove provengono gli annunci di AdSense? La risposta è semplice: la stessa società titolare del più noto motore di ricerca del mondo ha contemporaneamente avviato un altro programma destinato alle aziende che vogliono farsi pubblicità online, denominato AdWords. Su AdWords, pertanto, gli investitori potranno acquistare delle vere e proprie campagne pubblicitarie, scegliendo se rendere disponibile il proprio annuncio anche all’interno del circuito di esposizioni di AdSense. Prima dell’apertura di un account AdSense, e pertanto prima di iniziare a pubblicare il codice sulle proprie pagine, vi invitiamo ovviamente a prendere visione del regolamento del servizio di Google. Si tratta di un documento piuttosto ampio, la cui lettura preventiva è caldamente consigliata, poiché l’inosservanza di uno o più punti del programma potrebbe comportare serie di problematiche, fino a giungere alla disattivazione dell’account con allontanamento definitivo e permanente dal circuito. Vi suggeriamo pertanto, a tal fine, di soffermare la lettura soprattutto sui punti relativi ai clic non validi, all’incentivazione dei clic, alle norme sui contenuti, al materiale protetto da copyright e al complessivo funzionamento degli annunci. Prima di chiudere volevo riportare l’attenzione su come dichiarare le entrate percepite con il sistema di Google Adsense. Clicca qui per i dettagli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Security *