Archive for gennaio 2012

Pagamento ricevuto da: MarketAgent!

Ho ricevuto il mio primo pagamento da questa società (clicca l’immagine in fondo alla pagina) e senza compilare alcun sondaggio solo perchè un utente, che si era iscritto da questo sito, ha completato il suo primo sondaggio (mi ha riferito che ha ricevuto 120 punti solo per quello). Quindi per adesso sembra una società seria. Vi ricordo che questa società di sondaggi vi farà guadagnare dai 20 ai 250 punti per ogni sondaggio a cui parteciperete. Vi accrediterà 100 punti ogni volta che fate iscrivere un amico oltre ai 150 punti dell’iscrizione. Il rate dei punti è: 100 punti=1 €uro. Il pagamento può essere richiesto già da 200 punti ossia a 2,00 euro.

Registrazione: 150 punti
Segnalare un amico: 100 punti
Aggiornamento dei dati personali (1 volta all’anno): 50 punti

Più Visite

Vuoi pubblicizzare il tuo sito o i tuoi links preferiti senza commettere SPAM? Allora ti devi assolutamente iscrivere a questo fantastico sito, rigorosamente gratuito!

Significato di “Paid To Click”

Paid to click, abbreviato PTC, non è altro che un sito che ti consente di guadagnare delle piccole somme di denaro cliccando sui link pubblicitari proposti nelle pagine nel sito stesso.

Lo scopo dei siti Paid To Click è quello di portare visite ai siti sponsorizzati e per questo pagano. In pratica gli inserzionisti pagano la ptc stessa per ogni utente che visita il loro sito e per questo la ptc stessa paga l’utente che clicca e visita questi siti. L’inserzionista quindi otterrà pubblicità, utenti che visitano e potrebbero quindi essere interessati al prodotto pubblicizzato, fare acquisti oppure solo iscriversi al proprio sito, in definitiva un maggior volume di utenza che si collegherà al sito. In linea di massima troviamo in rete siti americani, in lingua inglese, ma il loro funzionamento è estremamente semplice ed intuitivo; del resto i siti ptc più seri hanno apposite sezioni in altre lingue ed associano Forum di discussione dedicati alle varie lingue nelle quali gli utenti si possono confrontare, consigliare e scambiare metodi e strategie di guadagno.

In linea di massima un sito ptc funziona in questo modo: la prima fase è l’iscrizione gratuita; una volta attivato il nuovo account si ha accesso alle sezioni del sito contenente e fra questi quella che contiene i link da cliccare. Una volta cliccato il link si deve tenere aperta la pagina per un certo tempo (mediamente dai 5 ai 10 ai 30 secondi) la durata varia in base al sito ed in base al valore monetario del link stesso, generalmente si vede una barra di progressione che scorre ed indica il tempo rimanente. A questo punto nella maggior parte dei siti viene richiesta un’azione che serve a verificare che realmente chi sta guardando la pagina è una persona fisica e non un programma ideato appositamente per navigare automaticamente. Di solito l’azione richiesta è quella di cliccare un’immagine o un numero. Una volta confermata l’azione si ottiene un guadagno immediato che può variare da 0.001 $ fino ad arrivare anche a 0.1 $.

Solitamente ogni sito prevede diversi livelli di utenza, dall’account gratuito all’account premium fino addirittura ad account premium; per accedere a questi livelli si deve pagare una piccola cifra che a volte può essere prelevata dai guadagni diretti dei nostri click. Gli account premium beneficiano di più link link da cliccare ed ogni click è pagato anche più rispetto agli account gratuiti. Effettuando l’upgrade, praticamente, guadagneremo molto più denaro. Una volta raggiunta la soglia minima (che varia da sito a sito ed in base alla tipologia di account) possiamo richiedere il pagamento.

Nella maggior parte delle ptc i pagamenti dei guadagni vengono effettuati direttamente sul nostro conto PayPal o Payza, inutile dire che per lavorare con le ptc è necessario avere un account attivo con uno di questi processori di pagamento.

Tutte, o la maggior parte, dei siti PTC, offrono la possibilità di aumentare i guadagni grazie ai referrals, ossia a utenti che si iscrivono passando per un link sponsor contenente il nostro nome utente; in questo caso guadagneremo una piccola percentuale anche per ogni click dei nostri iscritti. Oltre ai referrals diretti molte ptc offrono la possibilità di affittare i referrals stessi, praticamente gli utenti che si iscrivono senza nessun referente possono essere noleggiati per un periodo di tempo (variabili da ptc a ptc), anche in questo caso ovviamente noi guadagneremo anche loro click.

Google Adsense

Google AdSense è uno dei più conosciuti sistemi pubblicitari della rete. Il servizio è di proprietà di Google, la sua funzione essenziale è quella di fare in modo che il gestore di un sito web possa monetizzare il traffico ricevuto sulle proprie pagine, consentendo guadagni sulla base delle esposizioni di annunci testuali, banner e altre forme di advertising online. Per la modalità di pagamento pay per click, per le tariffe riconosciute ai proprietari dei siti web e per la sua semplicità di utilizzo, Google AdSense è oggi uno degli strumenti pubblicitari preferiti dai webmaster di tutto il mondo potendo contare, in aggiunta a quanto appena ricordato, su infinite possibilità di personalizzazione degli annunci sulla base del layout e delle caratteristiche del proprio sito. Google Adsense inoltre ha un sistema di monitoraggio costante, molto affidabile e puntuale. Il funzionamento di AdSense è davvero molto semplice alla portata di tutti. Una volta effettuata l’iscrizione (completamente gratuita), sarà possibile stabilire le principali caratteristiche di fruizione del servizio, ed una volta ottenuto il codice ( formato javascript ) da incorporare nelle pagine web scegliere la posizione ed i formati grafici dove procedere con la pubblicazione degli annunci. Grazie alla presenza di una vasta gamma di inserzionisti, e all’applicazione di un meccanismo che tende a privilegiare coloro che prevedono pagamenti maggiori per i propri spazi pubblicitari, AdSense sarà in grado di riservare al cliente utilizzatore una remunerazione molto competitiva in relazione a quella proposta da altre società del settore. Una funzione molto utile per mantenere l’omogeneità del proprio sito è inoltre l’efficiente opzione di targeting. Grazie a tale funzione, AdSense farà apparire sulla pagina del proprio cliente solo ed unicamente annunci correlati ai contenuti del sito, evitando pertanto delle differenze tra la tematica trattata nelle pagine del sito ed il contenuto degli annunci che appariranno. Gli inserzionisti potranno inoltre approfondire le possibilità di targeting arrivando a scegliere il sito destinatario sulla base dei dati demografici, geografici e tanto altro ancora, giungendo in tal modo a definire un sistema di advertising settoriale molto incisivo ed efficace. Google Adsense può essere adottata anche per pagine web destinate ai cellulari, per il domain parking, per i giochi online, e non solo, permettendo così al webmaster di poter gestire con un unico account il proprio eterogeneo network. Molto chiara e completa è anche la sezione dei rapporti dettagliati sul rendimento del proprio sito, che permetteranno al gestore delle pagine di poter individuare le principali opportunità di incremento dei guadagni. I puntuali rilievi sulla redditività delle pagine permetteranno così di poter individuare le entrate per giorno, intervallo di date, singola pagina, dominio o unità pubblicitaria, e discriminare i ricavi per fonte di guadagno. I rapporti di AdSense sono inoltre utilizzabili in sinergia con quelli di Analytics, altro prodotto Google, al fine di completare la profondità delle osservazioni effettuabili sulle proprie pagine. Ma da dove provengono gli annunci di AdSense? La risposta è semplice: la stessa società titolare del più noto motore di ricerca del mondo ha contemporaneamente avviato un altro programma destinato alle aziende che vogliono farsi pubblicità online, denominato AdWords. Su AdWords, pertanto, gli investitori potranno acquistare delle vere e proprie campagne pubblicitarie, scegliendo se rendere disponibile il proprio annuncio anche all’interno del circuito di esposizioni di AdSense. Prima dell’apertura di un account AdSense, e pertanto prima di iniziare a pubblicare il codice sulle proprie pagine, vi invitiamo ovviamente a prendere visione del regolamento del servizio di Google. Si tratta di un documento piuttosto ampio, la cui lettura preventiva è caldamente consigliata, poiché l’inosservanza di uno o più punti del programma potrebbe comportare serie di problematiche, fino a giungere alla disattivazione dell’account con allontanamento definitivo e permanente dal circuito. Vi suggeriamo pertanto, a tal fine, di soffermare la lettura soprattutto sui punti relativi ai clic non validi, all’incentivazione dei clic, alle norme sui contenuti, al materiale protetto da copyright e al complessivo funzionamento degli annunci. Prima di chiudere volevo riportare l’attenzione su come dichiarare le entrate percepite con il sistema di Google Adsense. Clicca qui per i dettagli.